I Golden Retriever della famiglia Contarini

allevamento riconosciuto

FAQ Golden Retriever - domande e risposte

Quali documentazioni devono seguire l'acquisto di un cucciolo di razza?

Un cucciolo può essere ceduto dopo i 60 giorni di vita e per la legge antirandagismo gli deve essere già stato inoculato il microchip. Il microchip è un circuito integrato della grandezza di un chicco di riso che viene inserito sottopelle al cane, dietro l’orecchio sinistro e serve per identificarlo, infatti ogni microchip ha un codice formato da 15 numeri che ha sostituito il vecchio sistema del tatuaggio. Serve per l’iscrizione del cane all’anagrafe canina utile in caso di smarrimento o furto dell’animale.
Noi dell’allevamento famiglia Contarini cediamo il cucciolo dunque con il documento che ne certifica l’iscrizione all’anagrafe canina.

Il cucciolo dovrà essere munito di libretto sanitario che il veterinario avrà compilato con i dati del cane e avrà registrato la data di somministrazione vaccini. Saranno notificate anche le profilassi effettuate sul cucciolo a prevenzione di vermi, coccidi, acari delle orecchie.

Altro documento: pedigree ROI (Registro Originale Italiano, ex LOI “Libro Origini Italiano”). Questo documento è riservato ai cani di razza pura ed è una sorte di carta di identità poiché ci dice da dove proviene (nome cognome indirizzo dell’allevatore), a che razza appartiene e di che gruppo fa parte, il colore, il sesso, il numero di microchip, la data di nascita del cucciolo e per ultimo vi porta il suo albero genetico fino alla 4° generazione. Il pedigree è un documento ufficiale rilasciato dall’Enci (Ente Nazionale Cinofilo Italiano). Un cane senza pedigree per la federazione cinofila internazionale non può essere ritenuto di Razza, ma un meticcio anche se riporta le caratteristiche della razza stessa. Il nostro allevamento della famiglia Contarini è stato riconosciuto come allevamento di Golden Retriever Ufficiale Enci per l’Italia perciò vengono ceduti solo soggetti muniti di pedigree. E’ una leggenda metropolitana che il pedigree serva solo per partecipare a Expo o per motivi riproduttivi. Chiunque chieda soldi a parte per il pedigree non sta agendo professionalmente mentre chi vi chiede somme altisonanti probabilmente cerca o di dissuadervi dal richiederlo o di truffarvi perché ha un costo che non supera i 50€ e non si può acquistare a parte o in un periodo successivo.

Altra documentazione importantissima è la certificazione sull’esame da malattie genetiche da parte dei riproduttori. Il Golden Retriever come tante altre razze di grande taglia è affetto dalle displasie dell'anca e del gomito. Tali problematiche possono dipendere da tanti fattori e uno di questi è quello ereditario perciò è buona cosa che i riproduttori siano controllati prima dell’inizio della loro attività. Questi controlli vanno eseguiti all’età minima di 14 mesi, facendo le lastre delle articolazioni interessate inviandole agli istituti competenti che rilasceranno un referto che ne dichiarerà l’idoneità o meno alla riproduzione del cane esaminato.
Tutti i riproduttori della famiglia Contarini sono certificati esenti displasie.

© 2010-2018 canigoldenretriever.it - I cani Golden Retriever della famiglia Contarini
Azienda Agricola Contarini Luca - Solarolo, Faenza (Ravenna) - Emilia Romagna - P.Iva 02332880398
hosting e realizzazione sito grifo.org